Posts Tagged 'embrione tre genitori'

La bufala dell’embrione con tre genitori

 

mitocondrio

 

Nei giorni scorsi i giornali hanno pubblicato una notizia che ha fatto molto scalpore: embrione creato da tre genitori.

La notizia viene riportata da tutti i maggiori organi di stampa con enfasi e con titoli ad effetto:

 

Creato in laboratorio embrione da tre genitori.

Embrione da tre genitori.

Creati embrioni umani con tre genitori diversi.

 

Prendendo come esempio l’articolo de Il Giornale possiamo leggere:

 

Newcastel – Sono già 10 gli embrioni umani con tre “genitori” creati nei laboratori dell’Università britannica di Newcastle. Ognuno, infatti, contiene il Dna di un uomo e due donne. L’obiettivo, spiegano i ricercatori dell’ateneo autori della ricerca shock, è quello di arrivare, grazie agli embrioni con due mamme e un papà, a un bebè “disease-free”, cioè a prova di malattie ereditarie. Un piccolo geneticamente modificato che, secondo l’annuncio degli scienziati, potrebbe nascere in Gran Bretagna entro tre anni.

 

Il pezzo è volutamente fuorviante e tenta in tutti i modi di distorcere la realtà. Il giornalista infatti ci vuol far credere che gli scienziati di Newcastle hanno preso tre Dna diversi di tre persone distinte e li hanno fusi assieme in un tentativo frankesteiniano di creare una chimera.

La questione è ben diversa ed è bene spiegarla con calma ed attenzione.

 

All’interno delle nostre cellule ci sono degli organismi simbionti (simili ai batteri) che sono stati inglobati al loro interno centinaia di milioni di anni fa, che chiamiamo mitocondri. Questi mitocondri sono molto utili: in cambio di un ambiente protetto e di molecole essenziali alla sopravvivenza essi producono energia per noi. Sono delle piccole fabbriche di energia. A causa del loro passato indipendente i mitocondri continuano ad avere un loro DNA, diverso dal nostro perché circolare, le cui sintesi e traduzione sono indipendenti e assolutamente non conciliabili col genoma cromosomico nucleare. All’interno ci sono solo geni responsabili del processo di respirazione cellulare.

Ora in alcuni individui questi mitocondri non funzionano bene e possono essere causa di gravi malattie debilitanti come la Sindrome di Kearns-Sayre, miopatie mitocrondriali della famiglia MELAS e MERRF e l’oftalmoplegia esterna progressiva, nonché la neuropatia di Leber e svariate altre gravi patologie .

Se una donna portatrice di queste malattie mitocondriali ereditarie mette al mondo un figlio, questo ha una altissima probabilità di ereditare la malattia. Perché?

Perché i mitocondri vengono ereditati solo dalla madre. Sono all’interno dell’ovulo e la trasmissione è tipicamente matrilineare. Lo spermatozoo maschile non da alcun apporto all’eredità mitocondriale.

Ora per aiutare queste persone ad avere una prole sana e senza problemi si feconda in provetta l’ovulo della donna malata con lo spermatozoo del partner. Poi si aspira il nucleo e lo si mette nell’ovulo di una donna sana a cui è stato aspirato il nucleo a sua volta. Cosa succede: l’embrione crescerà all’interno di una cellula uovo sana privata del DNA nucleare della donatrice ma con ancora questi organelli simbionti. Una sorta di trapianto mitocondriale. Ed infatti è questo il nome tecnicamente corretto.

Per i giornalisti, i politici e i commentatori del giorno dopo che hanno abboccato alla bufala probabilmente un uomo con un trapianto al cuore è frutto di tre genitori. Le trasfusioni di sangue per chi ne abbisogna rendono i riceventi creature chimeriche con decine o centinaia di genitori. Chissà se anche il trapianto di capelli da un terzo è considerato un apporto genitoriale?

Nell’ultimo capoverso poi si fa riferimento alla modificazione genetica dell’embrione quando invece nessuno ha parlato di inserzione o eliminazione di geni. Una doppia menzogna dunque.

Al di là di tutto l’utilizzo di questa tecnica è semplicemente essenziale per combattere e debellare questo tipo di malattie che in futuro potrebbero scomparire del tutto.

Lucrare con questo tipo di disinformazione sulla pelle e le sofferenze delle persone è semplicemente vergognoso e sarebbe il caso che i giornalisti che hanno scritto questi pezzi se ne avvedano e facciano le dovute rettifiche.

Fabristol


In primo piano

Segnalaci le bufale

a

Archivi

Contatto e-mail

progettogalileo[at]gmail.com

Disclaimer

Questo è un blog multiautore senza scopi di lucro. Esso non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 Gli autori, inoltre, dichiarano di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Blog Stats

  • 349,229 hits