Fight against ignorance

Gli ultimi anni per la divulgazione scientifica e la ricerca in Italia sono stati disastrosi. Gli ultimi sondaggi e statistiche fotografano una realtà italiana dove affianco ad una istruzione scientifica mediocre si registra un deficit di cultura scientifica nei media decisamente inadeguati per le sfide del terzo millennio. Progetto Galileo è nato come reazione a tutto questo ma ora ha bisogno di essere rivoluzionato.

Abbiamo bisogno di persone entusiaste, sveglie e che sappiano scovare notizie interessanti o bufale, sia all’interno dei media generalisti che di quelli scientifici, all’interno dei quali spesso si annidano personaggi che pur di apparire sulla stampa o su pubblicazioni non esitano ad esagerare o assecondare il mondo politico. Abbiamo anche bisogno di qualche volontario che possa aiutarci nella costruzione ed organizzazione di un blog aggregatore di siti e blogs scientifici per connettere tutte le forze del web su un unico portale. Abbiamo per la testa anche l’idea di un progetto a breve termine sulle celebrazioni dei 200 anni dalla nascita di Darwin per l’inizio del 2009. Progetto Galileo è aperto a tutti di qualsiasi appartenenza politica o religiosa, l’importante è che si abbia una buona conoscenza scientifica e tanto buon senso.

Qui ci si prefigge una battaglia culturale e un punto d’incontro dove parlare, scambiarsi opinioni, idee e commenti sia tra ricercatori che tra non addetti ai lavori. Scriveteci su progettogalileo[at]gmail.com

24 Responses to “Fight against ignorance”


  1. 1 FabioC. ottobre 3, 2008 alle 10:16 am

    Mi piace l’idea, ma la foto del Grande Compagno Stalin proprio no!

  2. 2 fabristol ottobre 3, 2008 alle 10:22 am

    Non e’ Stalin!! E’ il mitico Lord Kitchener che chiama alle armi i cittadini inglesi contro i nazisti!! Lo zio Sam americano era inflazionato cosi’ ho preferito usare il Lord.😉

  3. 3 FabioC. ottobre 3, 2008 alle 11:05 am

    Azzo, questa è una bella cappellata… di corsa a ristudiare la storia!

  4. 4 mary ottobre 3, 2008 alle 7:17 pm

    bell’iniziativa ti seguiro’ con grande entusiasmo.:)

  5. 5 mountpalomar ottobre 3, 2008 alle 7:30 pm

    anche a me piacerebbe partecipare se c’è posto🙂

  6. 6 fabristol ottobre 3, 2008 alle 7:37 pm

    @ mountpalomar

    spediscici un’email.

  7. 7 Nova ottobre 3, 2008 alle 9:23 pm

    Uhm.. quasi quasi…

  8. 8 raser ottobre 4, 2008 alle 8:21 am

    io ammetto la mia latitanza, ma con due bimbi piccoli è ben difficile trovare il tempo per approfondire adeguatamente. comunque continuo a considerare progetto galileo non solo utile, ma indispensabile

  9. 9 fabristol ottobre 4, 2008 alle 10:25 am

    Tranquillo Raser, ognuno di noi ha la sua vita e d’altronde siamo tutti volontari, nessuno ci paga…😉

  10. 10 raser ottobre 4, 2008 alle 10:42 am

    comunque devo fare anche io una correzione storica: lord kitchener era ministro durante la prima guerra mondiale, e la chiamata alle armi era contro gli imperi centrali (tra l’altro morì proprio durante la guerra, affondando su una nave colpita da un u-boot tedesco)

  11. 11 fabristol ottobre 4, 2008 alle 10:47 am

    Ah ah ah bravissimo!!😀 Siamo tutti rimandati in Storia ragazzi. Tra l’altro ho letto or ora che da questo primo poster che è stato tratto il più famoso Zio Sam americano usato sia nella prima che nella seconda guerra. Comunque ho letto che il poster fu usato anche nella seconda.

  12. 12 raser ottobre 4, 2008 alle 11:10 am

    se non fosse che in questo periodo sto finendo di leggere un libro sulla storia della grande guerra ci sarei cascato anche io… ennesima dimostrazione che ci vuole poco perchè si diffondano informazioni errate, ma anche stavolta progetto galileo ha evidenziato quella corretta! ;-D

  13. 13 tauzero ottobre 4, 2008 alle 5:06 pm

    Ragazzi, da storico (glisso sulla cappellata riguardante l’eroe di Omdurman) mi piacerebbe (per quel poco che potro’ fare visti gli impegni) contribuire proprio su questo versante.😉

  14. 14 fabristol ottobre 4, 2008 alle 5:22 pm

    @ Tauzero

    Mmm… qui come ben sai ci occupiamo soprattutto di scienze naturali, fisiche e biologiche ma per alcuni argomenti la consulenza di uno storico potrebbe essere utile. Mandaci una e-mail così possiamo comunicare in privato.😉

  15. 15 davidcorner ottobre 6, 2008 alle 10:59 am

    Ritengo questo blog indispensabile ed è tra quelli che visito quotidianamente. Sarebbe una buona idea anche mettere su un piccolo banner per linkarlo, il link è comunque già presente nel mio blog.
    Se avete bisogno chiamate😉

  16. 16 fabristol ottobre 6, 2008 alle 5:26 pm

    @ DAvid

    Per i banner ci avevamo pensato ma il tempo e’ tiranno. Cmunque molti hanno copia-incollato il banner dell’astronauta che vedi sulla colonna a destra. In futuro penseremo anceh a quello.

  17. 17 Maciste ottobre 8, 2008 alle 12:17 pm

    Attenzione che l’anno prossimo non si festeggia il 150esimo DELLA NASCITA DI DARWIN, ma della PUBBLICAZIONE DELL’ORIGINE DELLA SPECIE!!!

    Sarebbe infatti il bicentenario della nascita di Darwin (1809-1882)

  18. 18 fabristol ottobre 8, 2008 alle 12:47 pm

    Si in realta’ sono i 200 dalla nascita e i 150 dalla pubblicazione dell’origine delle specie. Hai ragione.

  19. 19 Third Eye gennaio 6, 2009 alle 11:24 am

    Salve, vorei sapere se poteste smentire passo passo alcune delle maggiori bufale divulgate dalla sedicente controinformazione italiana, per lo più capitanata da Grillo.

    In particolare mi piacerebbe vedere descritto in maniera minuziosa come si smontino discorsi come i “batteri nascosti nella ceramica che sprigionerebbero a contatto con l’acqua radiazioni infrarosse”, pare capaci di pulire i tessuti scindendo le molecole dell’acqua (sic), il tutto ricaricabile al sole con mezz’oretta di esposizione al mese (ari-sic).

    Provato a smentire conoscenti, ma è gente che credeva pure allegramente alle balle delle api fiuta-ogm, per cui da lì a questo il passo è breve.

    Qualche altra informazione su inceneritori, scie chimiche, emissioni di cellulari, etc sarebbe assai gradita…

  20. 20 hronir gennaio 7, 2009 alle 10:26 am

    Third Eye, sulla biopalla puoi leggere Paolo Attivissimo qui: http://attivissimo.blogspot.com/2008/11/biowashball-una-palla.html
    e praticamente anche tutti gli altri argomenti che citi sono trattati da Paolo Attivissimo da molto tempo.
    Ciao,

  21. 23 ilmondodigalatea agosto 19, 2009 alle 5:36 am

    Non so se sia una bufala, ma come articolo di divulgazione scientifica fa comunque pena, visto che non si capisce un beneamato di cosa si occupi in realtà questa ricerca sugli “zombie”: http://www.corriere.it/scienze_e_tecnologie/09_agosto_18/zombie_studio_matematico_002cab60-8c0b-11de-a273-00144f02aabc.shtml.
    Forse non è un problema di divulgazione scientifica, ma solo di pessimo italiano, però vorrei sapere il vostro parere in merito.

  22. 24 simona agosto 21, 2009 alle 8:33 am

    Per me è un problema di divulgazione:
    le varie citazioni, tra cui anche il video di M.Jackson sono enfatizzate solo per attirare il lettore; come anche il riferimento alla H1N1. Poi l’autore non si dilunga a spiegare come e perchè questi modelli matematici possono essere utili, ma si lascia prendere la mano dalla “zombizzazione”.

    A mio parere questo articolo è abbastanza inutile in quanto, come dici tu, non divulga e confonde.

    Anche l’articolo scientifico parla di zombie, ma solo per disporre un simpatico e originale modello di “malattia”, a cui applicare il modello matematico (la ricerca vera e propria).
    Del resto anche il matematico in questione è molto originale (Smith?)!


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




In primo piano

Segnalaci le bufale

a

Archivi

Contatto e-mail

progettogalileo[at]gmail.com

Disclaimer

Questo è un blog multiautore senza scopi di lucro. Esso non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 Gli autori, inoltre, dichiarano di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Blog Stats

  • 344,525 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: