La Cina conquista lo spazio e nessuno se ne accorge

Sono finiti i tempi quando negli anni ’60 si rimaneva attaccati alla TV a guardare le imprese dei primi astronauti nello spazio, nei bar si parlava di “quella nuova sonda” o di “quell’astronauta russo”. Oggi invece la notizia che degli astronauti cinesi in questo momento stanno passeggiando nello spazio sopra le nostre teste viene relegata tra le curiosità, insieme magari alla nuova collezione lingerie esposta a Londra o agli animali più buffi della rete. Non è importante neppure il fatto che la Cina sia il terzo paese al mondo che sia stato in grado di portare degli umani sullo spazio e che si appresti a dominare l’orbita terrestre in breve tempo. Infatti questo per la Cina è solo l’inizio. Entro il 2010, cioé fra poco più di un anno, i cinesi incominceranno a mandare in orbita il primo pezzo della stazione orbitante totalmente cinese. Neppure la NASA ha mai osato tanto e in tempi così brevi (ricordiamo che l’unica stazione spaziale in orbita la ISS è internazionale e il suo ingrandimento in stallo, mentre la stazione spaziale russa MIR è ormai defunta). Dopo la staziona spaziale prossimo obiettivo a breve termine la Luna. Poi Marte. Tutto in tempi brevi e da soli, mentre americani, russi ed europei stanno a Terra e non si accorgono di niente.

Nella foto la Cina che saluta “se stessa”.

16 Responses to “La Cina conquista lo spazio e nessuno se ne accorge”


  1. 1 fabristol settembre 27, 2008 alle 10:45 am

    Giusto 20 minuti dopo che ho scritto il pezzo il Corriere.it ha scritto qualcosa sulla passeggiata. Dev’essere che qualcuno nella loro redazione ha letto Progetto Galileo!😉

  2. 2 anonimo settembre 27, 2008 alle 11:55 am

    se è per questo anche vri tg di oggi hanno dato la notizia…
    a me pare che se ne siano accorti un po’ tutti!!!

  3. 3 fabristol settembre 27, 2008 alle 12:16 pm

    Mi riferivo all’importanza che viene data alla notizia, non al fatto che venisse comunque data. Infatti ho detto che verrà “relegata tra le curiosità”.

  4. 4 anonimo settembre 27, 2008 alle 4:57 pm

    mah! rimango perplesso, mi sa che state perdendo colpi

  5. 5 anonimo settembre 27, 2008 alle 4:58 pm

    anche perchè scrivi “e non si accorgono di niente” oltre a “relegata tra le curiosità”

  6. 6 Riccaedo Ferrari settembre 28, 2008 alle 7:12 pm

    La Cina rappresenta 1/4 dell’umanità!! Se va nello spazio è segno che vuole far parte della modernità a tutti gli effetti. Mi complimento con loro, certo che sono pronti a fare uno sforzo in tutti i campi.Le loro conquiste, alla lunga, saranno anche le nostre.E poi una concorrenza non può che far bene.

  7. 7 fabiobiker settembre 30, 2008 alle 5:48 pm

    in effetti anche secondo me la notizia è passata un po’ in sordina.
    E ce anche un motivo…
    Questa conquista della Cina mette tutti davanti ad una considerazione pesante: il paese più popolato della terra, che è anche la più longeva dittatura comunista della stroria moderna, si sta portando alla pari con le società occidentali sul fronte economico-tecnologico.
    Il fatto è, sotto molti punti di vista, semplicemente spaventoso.

    Meglio continuare a parlare di Alitalia….

  8. 8 fabristol settembre 30, 2008 alle 9:44 pm

    Io credo che quello che è successo l’altro giorno sia uno dei momenti più importanti della storia dell’umanità insieme a il lancio dello Sputink, Gagarin, l’orma sulla Luna di Armstrong. Non scherzo e non esagero. La Cina fra pochi anni sarà la dominatrice incontrastata dell’economia planetaria. I soldi che sta puntando sullo spazio sono garanzia di una dominazione tecnologica e scientifica ancor più potente. Almeno all’epoca della Guerra Fredda occidente e blocco comunista si rendevano conto delle implicazioni socio-tecno-scientifiche della corsa allo spazio. Questa volta la Cina sta facendo una gara da sola; tagliando i suoi traguardi, dietro di sè non vedrà nemmeno un secondo concorrente in affanno.

  9. 9 Agente Mangiariano ottobre 1, 2008 alle 11:25 am

    Quando il primo treno partì per Darlington fu una notizia epocale; fu notizia anche il primo treno per Portici.
    Nel 2008 un nuovo trenino non fa più notizia.
    Dopo 50 anni fanno poco notizia anche le passeggiate nello spazio.
    Cosa significa, poi, che gli altri stanno a guardare?
    Cosa dovrebbero fare? Bombardare i razzi cinesi?
    Passeggiare nello spazio è un rito di passaggio, per una nazione.
    La Cina vuole dimostrare di essere diventata uomo.

  10. 10 fabristol ottobre 1, 2008 alle 12:16 pm

    La ricerca scientifica e’ anche una sfida, una gara tra popoli e uomini. Noi stiamo abbandonando la ricerca sullo spazio perche’ non riusciamo piu’ a sognare il futuro, perche’ come dici tu “un nuovo trenino non fa piu’ notizia”. Se la scienza e’ progredita cosi’ tanto nell’ultimo secolo e’ grazie al fatto che i popoli hanno raccolto la sfida.

  11. 11 Fra X ottobre 3, 2008 alle 8:46 pm

    Mah, sono d’ accordo con l’ articolo e con Fabristol. Ricordiamo come già scritto che la Cina è il terzo paese ad andare nello spazio, mica il 50 se non il centesimo. Certo, è un suo diritto e nessuno scrive che bisognerebbe bombardarli😄, però è anche vero che questi paiono non avere più limiti e rischiano di lasciarsi tutti dietro un giorno.

  12. 12 Fra X ottobre 3, 2008 alle 8:50 pm

    “Poi Marte.”

    Ecco, se mettiamo ci arrivano per primi, la mettiamo ancora tra le curiosità bonarie?😄 Altro che tutti quegli ori alle Olimpiadi! Questo sì che sarebbe lo smacco degli smacchi.

  13. 13 Fra X ottobre 3, 2008 alle 8:51 pm

    Per primi inteso come uomini ovviamente.

  14. 14 Fra X ottobre 3, 2008 alle 8:54 pm

    “mentre la stazione spaziale russa MIR è ormai defunta).”

    Rendiamoci conto.

    “E poi una concorrenza non può che far bene.”

    Questo è vero. Speriamo.

  15. 15 Fra X ottobre 4, 2008 alle 10:43 am

    Vabbè cher in questo momento Russia e Stati Uniti hanno altro di cui preoccuparsi.


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




In primo piano

Segnalaci le bufale

a

Archivi

Contatto e-mail

progettogalileo[at]gmail.com

Disclaimer

Questo è un blog multiautore senza scopi di lucro. Esso non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 Gli autori, inoltre, dichiarano di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Blog Stats

  • 344,525 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: