Il governo caccia Bignami dall’ASI

L’altro giorno la newsletter di Nature titolava in prima pagina: “Italy picks businessman to head space agency.”

Negli ultimi tempi Nature ha scritto piu’ volte riguardo all’Italia, soprattutto per la situazione pessima della nostra ricerca, gli scarsi finanziamenti e la commistione tra politica e centri di ricerca. Pare che siamo un sorvegliato speciale anche dall’estero. L’ultima notizia appunto ci ricorda che ogni volta che sale un governo al potere (e in Italia accade spesso!), alcune teste della ricerca italiana vengono tagliate.

Questa volta e’ stato il turno dell’astrofisico Giovanni Bignami a capo dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI) da soli quindici mesi, ma eletto da una consultazione di un comitato di ricerca nazionale e internazionale.

Di fatto l’ASI l’altra settimana e’ stata commissionata dal governo ed e’ stato chiesto lo scalpo di Bignami senza alcuna apparente ragione:

“su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Mariastella Gelmini:

– avvio della procedura per la nomina dell’ing. Enrico SAGGESE e del prof. Piero BENVENUTI, rispettivamente, a Commissario straordinario e sub-Commissario dell’Agenzia spaziale italiana – ASI.”

Consiglio dei Ministri n.11 del 18/07/2008″

Cio’ che rende ancora piu’ pazzesca l’intera vicenda e’ che e’ stato nominato Enrico Saggese a capo dell’ASI, attuale responsabile del settore spazio alla Finmeccanica. La quale riceve dalla ASI l’80% dei fondi che vengono destinati alla collaborazione con l’industria. Non c’e’ che dire: un bel conflitto d’interessi.

Tra l’altro il businessman Saggese avra’ un approccio diverso rispetto ad uno scienziato come Bignami: infatti verranno privilegiati gli aspetti commerciali e di difesa, togliendo spazio alla gia’ magra ricerca di base. Proprio ora che l’ESA (European Space Agency) sta cercando in tutti i modi di rendersi indipendente rispetto a NASA e ente spaziale russo nel campo dell’esplorazione spaziale, della Luna e di Marte.

E dopo il tentativo di tagliare la testa a Maiani (fallito in extremis), ora Bignami di chi sara’ la prossima testa della ricerca italiana a rotolare?

Qui un’intervista a Bignami (nella foto) su Galileonet.

7 Responses to “Il governo caccia Bignami dall’ASI”


  1. 1 Eleonora luglio 31, 2008 alle 3:40 pm

    No perche` vogliamo non parlare di Benvenuti? Lui ha messo in ginocchio l’INAF (Istituto Nazionale di Astrofisica) creando un mostro di burocrazia, inefficienza etc etc etc che ha messo in ginocchio gli Osservatori, ritrovatisi nell’incapacita` di portare avanti la propria ricerca, costretti a chiudere interi settori. INAF e` stata commissariata e lui con tutto il c.d.a. costretto a dimettersi durante la scorsa legislatura. Dopo sto bel capolavoro viene ricompensato per le sua capacita` come sub-Commissario ASI dallo stesso governo berlusconi (sii cambia il nome del ministro addetto, ma la zuppa e` sempre la solita) che lo aveva messo in INAF. Sa proprio tanto di riconpensa per il dovere fatto!!!

    Sono avvilita, allibita e.. non so nemmeno io cosa. Sono sicuramente enormemente preoccupata per la situazione della ricerca astronomica in Italia. Potremmo essere fra i migliori al mondo, potremmo appunto.

  2. 2 bacillus luglio 31, 2008 alle 5:31 pm

    Tanto per cambiare, vicenda dai contorni poco chiari. Sei consiglieri, con i quali voglio credere che Bignami lavorasse in armonia, si dimettono perché volevano “una verifica politica” (?). Ovvero – interpreto “malignamente” – perché i loro referenti politici hanno dato loro l’ordine di dimissioni. Scatta automaticamente il commissariamento (che però pare non fosse così automatico, in quanto dovevano esserci contestualmente anche le dimissioni del presidente).
    Ma a parte la torbida vicenda, mi sembra tutto in linea con l’opera di demolizione a cui stiamo assistendo in ogni dove. Niente di cui scandalizzarci. Fra un po’ ci troveremo con un altro enorme cumulo di macerie.
    Quello che mi scandalizza, però, è l’atteggiamento di quei sei. Ma allora, in Italia, scienziati, tecnici, dirigenti con la “schiena dritta”, nisba? Istituzioni in mano ad una classe dirigente che si distingue solo per la sua pochezza e la mancanza di dignità ed orgoglio?
    Ed allora c’è poco da inveire contro la classe politica. Come diceva il Romanone nazionale, essa non è altro che l’espressione del paese che l’ha votata. No, nessuna luce in fondo al tunnel.

    Peccato per la chiusura del post precedente, “L’anello mancante”. Ne era venuto fuori, anche se sopra le righe, uno spaccato di quella che mi par di capire è una visione molto diffusa dell’evoluzionismo nel nostro paese. Una visione distorta, molto ideologica (da più parti) e chiaramente con enormi limiti culturali. E causa di molte delle scelte (o non-scelte) che determinano l’arretratezza italiana in molti settori (economici e più in generale culturali).
    Con qualche stimolo e qualche provocazione mirata, la discussione poteva riservare ancora sorprese.

  3. 3 Giuseppe agosto 2, 2008 alle 2:44 pm

    ciao fabristol, ti ho linkato. Grazie per la notizia, mi era sfuggita.

  4. 4 bacillus agosto 5, 2008 alle 8:05 pm

    Strano questo blog. Se fai polemica hai un feedback immediato. Se tenti un pur minimo pacato ragionamento c’è il vuoto assoluto. Bisogna forse presentarsi con titoli accademici graditi (a prescindere dalle argomentazioni) per avere una qualsiasi considerazione?
    Ok, togliamo il disturbo…

  5. 5 fabristol agosto 6, 2008 alle 9:45 am

    @ Bacillus

    No Bacillus è che semplicemente qui sono tutti in vacanza ed io personalmente sono appena tornato in Italia dopo un viaggio di 8 ore. Per quanto riguarda ciò che hai scritto nel precedente commento non posso che essere d’accordo con te. E comunque non ho capito la questione dei titoli accademici graditi… Qui nessuno di noi sa se l’altro ha titoli accademici. I commenti sono anonimi.
    Ragazzi cerchiamo di essere più rilassati ok? Questo è un blog di pochi volontari, gente che lavora e studia dalla mattina alla sera, qualche volta con famiglia e una vita propria. Lo facciamo solo per passione. Non chiedeteci (come ormai state facendo da mesi nei commenti) di essere 24 su 24 in rete, di essere perfetti, di avere un atteggiamento compiacente con tutti.. siamo persone normali.

    @ Eleonora

    Grazie per il tuo commento. Terremo d’occhio anche questa storia di Benvenuti.

    @ Giuseppe

    Grazie per il link.😉

  6. 6 bacillus agosto 6, 2008 alle 9:52 pm

    Ehi, ehi, Fabristol, tranquillo! Nessuna sollecitazione, nessuna ricerca di consenso o di approvazione, per carità. Le mie erano semplici constatazioni su cui si può essere d’accordo o meno. Il blog è interessante, ma lo è ancor di più quando nasce un confronto. La cosa mi pare pure ovvia…
    Riguardo a quello che potete fare, quello lo sapete voi, ed io non sono certo qui ad esprimere osservazioni in merito, figurarsi. In ogni caso grazie per l’ospitalità e buone vacanze a tutti.

  7. 7 fabristol agosto 7, 2008 alle 9:56 am

    Buone vacanze anche a te Bacillus.😉


Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




In primo piano

Segnalaci le bufale

a

Archivi

Contatto e-mail

progettogalileo[at]gmail.com

Disclaimer

Questo è un blog multiautore senza scopi di lucro. Esso non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 07.03.2001 Gli autori, inoltre, dichiarano di non essere responsabile per i commenti inseriti nei post. Eventuali commenti dei lettori, lesivi dell'immagine o dell'onorabilità di persone terze non sono da attribuirsi agli autori. Alcune delle foto presenti su questo blog sono state reperite in internet: chi ritenesse danneggiati i suoi diritti d'autore può contattarci per chiederne la rimozione.

Blog Stats

  • 344,525 hits

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: